Seduta debole a Wall Street

Inviato da Valeria Panigada il Ven, 08/10/2010 - 07:38
Nonostante il calo maggiore del previsto a 445 mila messo a segno dalle nuove richieste di sussidio, una Wall Street in evidente attesa degli aggiornamenti dal mercato del lavoro non è riuscita a chiudere con il segno più. Gli indici hanno comunque chiuso lontano dai minimi di seduta, con il Dow che ha messo a segno un calo dello 0,17% a 10.948,58 punti, lo S&P che ha registrato un -0,16% a 1.158,06 e il Nasdaq con un +0,13% è salito a 2.383,67. Arrivate le dichiarazioni di Thomas Hoenig, n.1 della Fed di Kansas City, celebre per il suo orientamento da falco nella ultime riunioni del Fomc. Hoenig nel riconoscere che il tasso di disoccupazione è "ancora troppo alto", ha definito l'attuale politica della Banca centrale "molto accomodante" si è detto contrario ad un "ulteriore supporto della Fed all'economia" perché "preoccupato per quelle che potrebbero essere le conseguenze nel lungo termine dell'attuale politica monetaria". A livello societario riflettori accesi sui retailers, con JC Penney (+9,1%) che a settembre ha registrato vendite same-store (nei negozi aperti da almeno un anno) in salita dell'5,1%; migliori delle attese anche i dati di Macy's (+0,63%) e quelli di Stage Stores (+0,23%). Gli analisti di Nomura hanno iniziato la copertura con raccomandazione "acquistare" sui titoli Blackrock (-0,23%), Citigroup (+1,95%), Franklin Resources (+0,18%), Goldman Sachs (+0,18%), Invesco (+1,19%) e Morgan Stanley (-1,22%). Valutazione "neutral" invece su Legg Mason (-0,87%) e T.Rowe Price (-1,6%).+11,5% per Adobe System dopo le indiscrezioni su possibile merger con Microsoft (+0,41%). Per quanto riguarda i conti societari, PepsiCo (-2,95%) nel terzo trimestre ha registrato un utile netto di 1,92 miliardi di dollari (1,19 dollari per azione), +12% sullo stesso periodo dello scorso anno. I ricavi hanno mostrato un progresso del 40% a 15,5 miliardi di dollari. Nonostante questo, il gruppo del beverage ha tagliato la guidance per l'esercizio fiscale 2010, con l'eps core atteso in crescita dell'11-12% (da +11-13%). In attesa dei conti, -1,37% per il colosso dell'alluminio Alcoa.
COMMENTA LA NOTIZIA