Seduta contrastata a Wall Street

Inviato da Valeria Panigada il Mer, 22/09/2010 - 07:34
Wall Street ha chiuso debole nonostante la Fed nel confermare il costo del denaro nel range 0-0,25% (20° mese consecutivo) abbia ribadito di esser pronta ad una nuova fase di allentamento quantitativo se le condizioni dell'economia dovessero richiederlo. Il Dow ha chiuso in parità (+0,07%) a 10.761,03 punti, -0,26% per lo S&P a 1.139,78 e -0,28% del Nasdaq a 2.349,35. Non sono serviti a migliorare l'intonazione degli indici neanche le indicazioni migliori delle attese arrivate dai dati macro, con i dati su nuovi cantieri e permessi di costruzione saliti a 598.000 e 569.000 ad agosto. Per quanto riguarda il fronte societario, Apple con un +0,19% sale ai massimi di sempre a 283,77 dollari. Denaro anche sul comparto aereo, dopo che l'International Air Transport Association (Iata) ha pesantemente rivisto al rialzo le stime di profitto per il 2010, potandole a 8,9 miliardi di dollari dai 2,5 miliardi previsti a giugno. Tra i singoli titoli AMR Corp. e US Airways hanno registrato una crescita del 3,61% e del 3,58%, Delta ha messo a segno un +3,46%, Ual Corp è salita del 4,82% e Continental del 4,94%. Vendite invece su ConAgra (-3,58%), che oltre ad aver registrato nel primo trimestre un calo per profitti (-11,4%) e fatturato (-2,4%) ha anche ridotto le stime di eps sull'intero esercizio, e su Oracle (-2,44%), penalizzata da un report in cui Standard & Poor´s Equity ha ridotto la valutazione a "buy" dal precedente "strong buy". -6,06% infine per SanDisk dopo il downgrade di Sterne Agee, i cui analisti hanno portato il giudizio a "neutral" dal precedente "buy".
COMMENTA LA NOTIZIA