Seduta contrastata per i listini europei

Inviato da Redazione il Lun, 01/11/2010 - 17:45
Inizio di settimana volatile per le Borse europee. Dopo una partenza in rialzo, gli indici delle principali piazze azionarie del Vecchio continente hanno rallentato scivolando in territorio negativo, per poi chiudere in ordine sparso. A Madrid l'indice Ibex ha terminato in ribasso dell'1,70% a 10.628 punti, mentre il Dax di Francoforte ha guadagnato lo 0,05% a quota 6.604 e il Cac 40 di Parigi lo 0,20% a 3.841 punti.

L'incertezza che si è respirata in questa prima seduta di settimana è dettata dall'attesa per l'esito delle elezioni di metà termine in Usa e dalla decisione della Federal Reserve sulla manovra di stimolo all'economia, che verrà svelata mercoledì. Non hanno aiutato a chiarire le idee i dati macro contrastanti giunti dagli Usa: da una parte le spese e il reddito personali di settembre sotto le attese, dall'altro l'indice Ism manifatturiero di ottobre oltre le stime.

Tra i comparti, si è distinto il minerario, grazie al rialzo dei prezzi dei metalli, ma soprattutto al dato cinese sull'attività manifatturiera. La Cina, che è il maggior consumatore di metalli al mondo, ha evidenziato a ottobre un indice Pmi manifatturiero in crescita a 54,7 punti dai precedenti 53,8 (oltre le attese che erano per un dato invariato).
COMMENTA LA NOTIZIA