1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Seat: D.Holding migliora proposta, 60 milioni a creditori

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

GF1 e Odissea, controllate rispettivamente da Vittorio Farina e Antonio Percassi per il tramite di D. Holding di cui sono socie in misura paritetica al 50%, hanno inviato a Seat Pagine Gialle Italia, a Seat Pagine Gialle e agli organi della procedura concordataria congiunta una nuova proposta vincolante e migliorativa rispetto a quella già inviata lo scorso 9 maggio avente ad oggetto una possibile operazione di integrazione tra Dmail Group, Seat e Seat Italia, a servizio delle procedure di concordato preventivo di queste ultime. E’ quanto si legge in una nota.

In sintesi, le modifiche migliorative dell’offerta si caratterizzano per un incremento della somma di denaro offerta ai creditori chirografari nella misura di 14 milioni di euro (e quindi dagli originari 46 milioni sino alla somma complessiva di 60 milioni di euro) e, per quanto concerne l’offerta pubblica di acquisto e scambio già prevista dalla proposta del 9 maggio, la possibilità di consentire uno scambio del 99,75% delle azioni rivenienti dalla fusione tra Seat e Seat Italia con una quota del 55% delle azioni Dmail, rivenienti dall’aumento di capitale a servizio dell’offerta (anzichè con la quota del 40% indicata nella proposta del 9 maggio). La nota precisa che rimangono fermi tutti gli ulteriori contenuti della proposta inviata lo scorso 9 maggio.

La proposta, conclude la nota, rimane sospensivamente condizionata alla definitiva omologazione ed esecuzione degli accordi di ristrutturazione di Dmail; all’efficacia del conferimento in D.Holding delle partecipazioni che saranno acquistate da Farina e Percassi all’esito dell’aumento di capitale Dmail e alla definitiva omologazione delle proposte di concordato e dei piani di Seat e di Seat Italia, così come modificati per effetto della proposta.