E se il Dax avesse terminato il rimbalzo?

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Indubbiamente il rialzo partito dai minimi dello scorso 31 agosto è stato deciso e importante per il Dax, tuttavia la domanda che sorge spontanea è se il rally è destinato a proseguire o se rappresenta un semplice, seppur profondo, pull back della trend line ottenuta unendo i minimi del 25 maggio a 5607,68 punti e del 5 luglio a 5809,37 punti. La trend, rotta al ribasso lo scorso 20 agosto, sembrava il preambolo di una discesa più marcata vedendo il testa e spalla ribassista costruito tra il 22 luglio e il 20 agosto e avente come neckline 6090 punti. Considerando l’accumulazione registrata dal 24 agosto e il successivo movimento al rialzo innescato dalla violazione delle resistenze di 5978 punti, il rally in atto potrebbe essere giunto al termine. Il target rialzista della fase di accumulo è infatti collocato in area 6120, ossia molto vicino alle attuali quotazioni. Già nel primo pomeriggio con la diffusione dei dati macro Usa relativi alla disoccupazione gli investitori potrebbero decidere quale strada intraprendere, se ignorare questi aspetti tecnici e proseguire il rialzo o viceversa far ritornare a prevalere i venditori. Chi volesse giocare d’anticipo potrebbe tuttavia iniziare l’apertura di una strategia ribassista, interessante dal punto di vista di rischio rendimento. La vendita allo scoperto di area 6120, con stop sopra 6150, permetterebbe infatti di giocarsi il ribasso sia in un ottica di breve termine che di medio e lungo. I target ovviamente variano a seconda dell’orizzonte temporale. Per il breve periodo l’obiettivo dello short è collocato in prossimità della soglia psicologica dei 6000 punti, per il medio nell’intorno di 5850 punti e per il lungo non prima di 5800. In questo terzo caso tuttavia si dovrebbe assistere ad un’accelerazione ben più marcata causata dal cedimento dei minimi di agosto con potenziali ribassi fino in area 5600 punti.

Commenti dei Lettori
News Correlate
RATING

Germania: S&P’s conferma la tripla A, l’outlook è stabile

S&P Global Ratings ha annunciato di aver confermato la valutazione “AAA/A-1+” assegnata alla Repubblica federale tedesca. “L’outlook stabile riflette la convinzione che nei prossimi due anni i conti pubblici tedeschi e il forte avanzo esterno continu…

NPL

Carige: via libera a cessione portafoglio NPL di 950 milioni a veicolo

In linea con le iniziative strategiche contenute nell’aggiornamento del Piano 2016 – 2020 approvato lo scorso 28 febbraio, oggi il Cda di Carige ha approvato la cessione, da concludere “in tempi brevi e comunque entro il 30/6/2017”, di un portafoglio…

RICAVI PRELIMINARI

Luxottica: +5,2% per il fatturato del primo trimestre, outlook confermato

Grazie al forte contributo di Europa e America Latina, all’andamento favorevole dei cambi e all’ottima performance del marchio Ray-Ban, il primo trimestre di Luxottica si è chiuso con una crescita del fatturato del 5,2% a 2.384 milioni di euro (+1,9%…

MERCATI

Borse europee caute, indicazioni deludenti dal Pil a stelle e strisce

Chiusura di settimana all’insegna della debolezza per le borse europee. A Londra il Ftse100 ha terminato a 7.203,94 punti, lo 0,46% in meno rispetto al dato precedente, il Dax si è fermato a 12.438,01 (-0,05%) e il Cac40 a 5.267,33 (-0,08%). Sopra la…