La scure di Moody’s si abbatte su 26 banche italiane, tagli fino a 4 gradini

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Moody’s ha ridotto il rating di 26 istituti bancari italiani da uno fino a quattro gradini. Delle 26 banche interessate, 5 sono i principali istituti di credito del Paese. Alla base della decisione vi sono gli effetti combinati di recessione e austerità, che stanno riducendo la domanda di credito, nonostante il giudizio positivo sulle operazioni per fornire liquidità messe in campo dalla Banca centrale europea. Per due istituti il taglio è di quattro gradini, per altre sei è pari a tre notch (o gradini), per otto la riduzione è di due gradini, mentre 10 banche hanno visto il loro rating scendere di un solo gradino. Tra le principali banche colpite dal downgrade, il rating di Unicredit e Intesa Sanpaolo è passato da A2 ad A3, quello di Monte dei Paschi da Baa1 a Baa3, mentre il Banco Popolare è sceso da Baa2 a Baa3.