Scorte oro di Bankitalia, la Bce è perplessa

Inviato da Redazione il Gio, 09/08/2007 - 08:28
Il presidente del Consiglio Romano Prodi parla dell'uso delle riserve auree della Banca d'Italia, con l'intento di ridurre il debito pubblico. Con queste parole il premier risponde alla domanda di un giornalista di Reuters: "Il fatto che sia iniziato un dibattito serio sull'utilizzo delle riserve auree è certamente positivo. È bene che il dibattito vada avanti. In certi Stati parte delle riserve sono state vendute, in altri no". Insomma, Prodi si è detto favorevole all'suo di queste riserve, pari a circa 38 miliardi di euro, ma la replica accesa dell'opposizione non è tardata ad arrivare. Il segretario dell'Udc, Lorenzo Cesa, ha definito il progetto "demenziale". E si è spinto oltre il portavoce di Silvio Berlusconi, Paolo Bonaiuti, che ha ironizzato sulla vicenda, paragonando il premier a capitan Uncino. Dubbi sono stati sollevati anche dalla Banca centrale europea che ha detto che i proventi delle vendite di oro dovrebbero rimanere nelle casse delle Banche centrali nazionali.
COMMENTA LA NOTIZIA