Scorte cinesi, possibile bolla per i prezzi del rame

Inviato da Marco Berton il Mar, 25/08/2009 - 08:17
Quotazione: DJAIG COPPER
Dai minimi dello scorso 24 dicembre il prezzo del rame ha più che raddoppiato la propria valutazione salendo da 131 dollari agli attuali 286 dollari. Una performance che non passa certo inosservata e che fa nascere dubbi sulla natura del rally. Le ultime statistiche del Copper Study Group mostrano infatti un deficit mondiale di rame raffinato nei primi 5 mesi dell'anno pari a 150 mila tonnellate. Un dato sorprendente visto il calo della domanda mondiale stimata a meno 30% (Pechino a parte). Secondo la gran parte degli analisti la risposta a questa anomalia va ricercata nella dinamica delle scorte. La Cina avrebbe accantonato giacenze per 300-400 mila tonnellate di catodi. Un fattore che potrebbe preannunciare una nuova possibile bolla sui prezzi.
COMMENTA LA NOTIZIA