Scommessa andata a buon fine quella di Lottomatica su Totosì

Inviato da Micaela Osella il Gio, 29/05/2008 - 10:09

La nuova sfida di Lottomatica corre sul web. La società del gruppo De Agostini ha compiuto il primo passo verso l'acquisizione del gruppo leader in Italia nei giochi on-line, Totosì. Questa mattina è infatti stato sottoscritto con Totosì Holding un contratto preliminare per l'acquisizione del 100% di Toto Carovigno con annessi 4 rami di azienda nella titolarità di altre società del gruppo Totosì. Valore dell'operazione 41 milioni di euro. 

Si tratta di un gruppo, che fattura circa 170 milioni di euro, e che fa capo alla famiglia Tarricone. Tra l'altro non è solo il leader italiano nel settore delle scommesse online, ma anche è il primo operatore in Italia ad aver offerto il servizio di accettazione telefonica e telematica di scommesse sportive. Con una quota di mercato nel 2007 pari al 5% circa del totale del segmento delle scommesse sportive e del 17% nel segmento del gioco online, Toto Carovigno vanta 250.000 conti di gioco registrati e 90.000 clienti attivi.

Numeri interessanti che hanno spinto Lottomatica a concretizzare con un blitz rapido e indolore le sue mire. In base all'intesa siglata Lottomatica Scommesse effettuerà una due diligence e ha la possibilità di recedere dal contratto previo pagamento di un corrispettivo di 4,5 milioni, già versati a titolo di deposito all'atto della sottoscrizione del contratto.

"Lottomatica mette un nuova pietra miliare nel suo processo del consolidamento del mercato delle scommesse sportive su cui ha aspettative ben superiori alle nostre: 6 miliardi di euro nel 2009-2010 contro i 4-5 miliardi di euro da noi scontati", commentano gli esperti di Euromobiliare. "Con questa operazione - prosegue il broker - arriverebbe al 20% circa del mercato, quota simile a quella diretta di Snai".

Al di là della girandola di stime che fioccheranno dalle case d'affari quel che è certo è che Lottomatica punta a cavalcare un trend in atto: quello del boom delle scommesse online. Nei primi tre mesi dell'anno le puntate su internet hanno totalizzato una percentuale sul mercato di riferimento tra il 27-28% secondo una ricerca condotta da Bwin. E c'è da scommetterci che i prossimi campionati europei di calcio faranno il resto con una raccolta di puntate sul web prevista intorno ai 41 milioni di euro.  

COMMENTA LA NOTIZIA