Schroders: mercati America Latina non dovrebbero soffire le elezioni

Inviato da Redazione il Mer, 08/03/2006 - 12:15
L'America Latina si avvicina a un'importante tornata elettorale che vedrà chiamati alle urne, tra gli altri, i cittadini di Brasile, Messico e Perù. Dopo la recente vittoria, in Bolivia, del candidato populista Evo Morales e l'attivismo del presidente venezuelano Hugo Chavez, sui mercati c'è il timore che la Regione stia scivolando politicamente a sinistra. Nicholas Morse, a capo dell'Azionario America Latina per Schroders Investments, ritiene che la situazione non desti particolari preoccupazioni: "Non vedo grandi spazi per inversioni nella politica dei Paesi Sudamericani anche se l'incertezza su quelli che saranno i risultati delle elezioni può portare a un aumento della volatilità nei mercati finanziari dell'area. Anzi - prosegue Morse - in alcuni dei principali Paesi potrebbero addirittura esserci delle novità politiche positive per gli investitori, sottoforma di nuove amministrazioni maggiormente impegnate nelle riforme economiche". L'outlook mantenuto da Schroders sull'America Latina rimane quindi positivo e la situazione dovrebbe al massimo rimanere la stessa in Brasile, Messico e Cile o migliorare in caso di riforme particolarmente micro-economiche. Anche la situazione economica mondiale sembra inoltre favorire una view positiva sul Sudamerica: "Uno dei fattori da considerare per gli investitori, è il quadro economico mondiale che appare benigno con gli Usa vicini alla fine del rialzo dei tassi di interesse ed Europa e Giappone finalmente in crescita".

COMMENTA LA NOTIZIA