Schering: domani scade offerta Bayer, Merck non molla

Inviato da Redazione il Mar, 13/06/2006 - 09:15
Il mondo finanziario tedesco, solitamente retto da accordi dietro le quinte e sottili intese diplomatiche, è al centro di un braccio di ferro impensabile solo qualche anno fa e che vede Bayer e Merck contendersi Schering nel settore chimico farmaceutico. La contesa è iniziata a marzo con Merck che ha tentato di acquistare Schering senza successo anche per via del parallelo intervento della Bayer che ha trovato un accordo di fusione più generoso a 86 euro per azione rispetto ai 77 offerti dalla rivale. Merck però non si è arresa e nelle scorse settimane ha acquistato azioni Schering arrivando al 18,6% del capitale. Se la partecipazione salisse fino al 25% Merck potrebbe contare su una minoranza di blocco. L'offerta pubblica d'acquisto lanciata da Bayer scade domani e settimana scorsa Merck ha diffuso un comunicato volutamente ambiguo sulle sue possibili mosse future. "Non abbiamo intenzione di mettere a disposizione le nostre azioni ordinarie in questo primo periodo di offerta, ma ci riserviamo il diritto di farlo sulla base delle future circostanze". Tale strategia di Merck ha difatto imposto a Bayer di acquistare sul mercato il 23% di Schering per un esborso complessivo di 3,9 miliardi di euro.
COMMENTA LA NOTIZIA