Schauble: nessun aumento per l'EFSF deciso da Berlino, torna il SoFFin

Inviato da Floriana Liuni il Ven, 27/01/2012 - 11:21
Il ministro delle finanze tedesco Wolfgang Schaeuble continua a sparare a zero sul fondo salva-stati europeo e ribadisce, in un'intervista allo Stuttgarter Zeitung, la contrarietà della Germania a rimpinguare il meccanismo di salvataggio delll'Ue per i Paesi in difficoltà, la cui entità al momento è più che sufficiente. Sul meccanismo europeo di stabilità Esm, che entrerà in vigore a luglio, Schaeuble smentisce un aumento da Berlino di 750 miliardi e afferma invece di voler essere "graduale" e di voler aspettare, prima di aumentarne la dotazione, una nuova disciplina di bilancio europea. "Vedremo a marzo se basterà o non basterà", ha detto il ministro tedesco. Quanto alla Grecia, ribadisce Schaeuble, basta annunci: se vuole gli aiuti europei deve continuare ad agire.
Intanto dalla Germania torna il fondo salva-banche, il cosiddetto SoFFin, che resterà attivo fino alla fine del 2012 per permettere alle banche tedesche di rientrare nei parametri dell'Eba. Tra le maggiori candidtae all'uso del fondo è considerata Commerzbank, anche se l'istituto teutonico ha di recente fatto sapere che ce la farà da solo a raccogliere il capitale richiesto dall'autorità bancaria europea. Il fondo sarà dotato di 400 miliardi in garanzie federali e 80 miliardi per l'eventuale ricapitalizzazione delle banche. Il nuovo fondo - una seconda versione dopo quella chiusa nel 2010 - darà la possibilità alle banche di conferire a un veicolo ufficiale non solo strumenti finanziari strutturati, bensì di ogni tipo, riparandole maggiormente dalle svalutazioni sui titoli di Stato a rishio.
COMMENTA LA NOTIZIA