1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Scandalo Volkswagen: emissioni auto diesel “truccate”, rischia sanzioni per 18 miliardi $

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Una vera e propria bufera si è abbattuta sulla Volkswagen. Lo scandalo legato ai dati alterati delle emissioni di alcuni modelli diesel del gruppo in vendita negli Stati Uniti rischia di tradursi in una maxi-multa da 18 miliardi di dollari con possibili implicazioni penali per la casa di Wolfsburg. 
Questa mattina il titolo Volkswagen segna un vero e proprio tonfo sulla Borsa di Francoforte cedendo oltre il 15% a 137,77 euro.  
Richiesto ritiro di 500mila modelli venduti negli Usa 
L’Epa, (agenzia per la protezione ambientale statunitense) ha accusato il gruppo di Wolfsburg di aver usato sui veicoli diesel un software capace di far figurare nei controlli delle emissioni inferiori rispetto alla realtà. La Volkswagen dovrà ritirare dal mercato quasi 500 mila vetture vendute sul mercato statunitense dal 2008 a oggi. Il software incriminato, secondo quanto riscontrato dall’Epa, permetteva di manipolare durante i test i dati circa le emissioni inquinanti di alcuni dei principali modelli del gruppo tedesco, mentre nella realtà le emissioni delle auto diesel andavano ampiamente oltre i limiti di legge. 
Volkswagen rischia quindi di andare incontro a delle conseguenze legali in virtù di numerose violazioni di legge e danni all’ambiente.  
 
Nuovo ceo si scusa, bloccate vendite di vetture diesel negli Usa 
Il ceo di Volkswagen, Martin Winterkorn, si è detto “profondamente dispiaciuto” affermando che la società farà “tutto il necessario per riparare il danno provocato”. Winterkorn è arrivato da poco alla guida del gruppo tedesco dopo la disputa con l’ex numero uno del gruppo, Ferdinand Piech. 
Volkswagen intanto ha deciso di bloccare la vendita negli Stati Uniti delle sue vetture equipaggiate con motori diesel 4 cilindri TDI. Volkswagen stava puntando con decisione al rafforzamento della propria quota di mercato negli Stati Uniti con target di un milione di vetture vendute nel 2018, ossia quasi raddoppio dai livelli attuali e la sua campagna pubblicitaria era fortemente incentrata sull’offerta di vetture diesel con minori emissioni e migliori performance rispetto alla concorrenza.