1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Sbarco in Cina mette le ali a Cementir

QUOTAZIONI Cementir Holding
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Parte forte il titolo Cementir che dopo mezz’ora dall’inizio delle contrattazioni fa segnare un rialzo del 2,25% a quota 3,54 euro. A spingere gli acquisti verso il titolo della società del gruppo Caltagirone la notizia dell’approdo in Cina attraverso l’acquisizione di un impianto per la produzione di cemento bianco situato nella zona di Shangai. Il controvalore dell’operazione è di circa 7,5 milioni di dollari e comprende la ristrutturazione dell’impianto al fine di raddoppiarne la capacità produttiva. Francesco Caltagirone Jr, presidente di Cementir, ha rimarcato come l’operazione ha una valenza soprattutto per quanto riguarda il presidio conquistato nel maggior mercato mondiale di cemento. Da inizio anno il titolo Cementir ha messo a segno un rialzo del 37% circa.

Commenti dei Lettori
News Correlate
BORSA ITALIANA

Buzzi Unicem: vendite cemento -6% a febbraio, titolo soffre in Borsa

Giornata in salita per Buzzi Unicem che dopo un’ora dall’avvio delle negoziazioni di Borsa sconta una fra le peggiori performance del listino italiano. Pur in presenza di un clima reso negativo dal newsflow proveniente da Oltreoceano ad azzoppare la performance di Buzzi è stata la diffusione del dato sulle vendite di cemento nel mese di […]

BORSA ITALIANA

Cementir: 1,03 miliardi di ricavi nel 2016, crescita esterna favorisce i margini operativi

Il Cda di Cementir ha approvato i risultati del fiscal year 2016. Dal primo esame dei numeri il gruppo ha riportato ricavi per 1,03 miliardi di euro, in aumento del +6% rispetto al 2015. Buona dinamica degli aggregati operativi, con il Margine operativo lordo che sale a 197,8 milioni, rispetto ai 194 milioni del 2015. […]

PARTECIPAZIONI RILEVANTI

Cementir: Francesco Gaetano Caltagirone lima quota a 65,9% (Consob)

L’imprenditore Francesco Gaetano Caltagirone ha limato al quota di partecipazione in Cementir portandola al 65,9% dal precedente 65,939% (ultimo aggiornamento al 1 luglio 2016). L’operazione fa riferimento al 17 febbraio scorso, è stata riportata venerdì da Consob nel consueto aggiornamento delle partecipaizoni rilevanti delle società quotate in Borsa italiana.