1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Save: Newco con due istituti (uno estero) per lanciare un opa su Gemina

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il progetto di integrazione e sviluppo congiunto tra il sistema aeroportuale
veneziano e quello romano? Non è mai tramontato nella mente del presidente
di Save Enrico Marchi nonostante la “porta in faccia” presa dai Romiti, che
hanno preferito alla società veneziana i trevigiani Benetton (tra l’altro
Save gestisce l’aeroporto di Treviso) e il fondo Clessidra dell’ex manager
Fininvest Claudio Sposito. Negli ultimi tempi le indiscrezioni circa le
mosse di Save, proprietaria del 10,4% circa dei titoli Gemina (più un 2%
circa in mano a Fin.int di Marchi), si erano fermate di fronte a un muro di
no comment e smentite da parte della società. Il pacchetto Gemina, si era
sentito dire più volte, non ci preoccupa perché non è stato acquisito a
debito e quindi non c’è pressione da parte delle banche per rientrare degli
affidamenti. Ergo, se continua a rimanere in pancia a Save non crea tensioni
finanziarie ed anzi può essere valorizzato a prezzi migliori degli attuali
(il pacchetto in questione è ad un prezzo di carico di 2,1 euro per quota).
Ma, secondo quanto risulta a Finanza.com, nel silenzio Save starebbe
preparando un secondo affondo alla finanziaria di via Turati, con l’appoggio
di due istituti, uno estero e uno italiano. Le tre società starebbero
mettendo a punto una Newco, destinata a lanciare un’offerta pubblica di
acquisto su Gemina in modo da raccogliere almeno il 50,1% del totale. Della
nuova società, secondo quanto risulta a questa testata, Save dovrebbe avere
comunque la mggioranza assoluta (sembra il 50,1%) mentre i due istituti
starebbero vagliando le rispettive percentuali di impegno.