1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Rating ›› 

Saras: per Credit Suisse rimane la più cheap, ma tp scende a 3,8 euro

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Società europee di raffinazione sotto la scure del credit Suisse che ha tagliato le proprie stime in seguito a nuove assunzioni per quanto concerne il prezzo del crude oil (visto a 90 dollari al barile nel biennio 2008-09) e alla perdurante debolezza del dollaro rispetto all’euro. C’è inoltre spazio per un ulteriore taglio delle stime del 10% nel caso il petrolio si mantenga sopra quota 100 dollari. Credit Suisse ha abbassato la raccomandazione su Erg da “outperform” a “neutral” con prezzo obiettivo sceso da 14,2 a 13,9 euro consigliando una certa cautela in vista della presentazione del prossimo business plan a maggio che potrebbe riservare sorprese a livello di costi legati al piano di crescita nel settore eolico. Tra le “integratd oil” europee la casa d’affari elvetica ritiene che attualmente sia Saras la più cheap trattando a sconto del 30% circa rispetto ai peers. Credit Suisse ha però rivisto al ribasso il prezzo obiettivo su Saras portandolo da 4,3 a 3,8 euro, con rating “outperform” confermato.