1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Saras balza sopra 1,60 euro ma ora deve affrontare l’ostacolo a 1,64

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Con una partenza lanciata il titolo Saras si è portato sopra la resistenza intermedia di quota 1,6 euro, parte alta del canale laterale di breve termine (base a 1,56) che ne conteneva le quotazioni dalla prima decade di dicembre. L’azione della compagnia di raffinazione deve però ora superare il difficile ostacolo a 1,64 euro che, lo scorso primo novembre aveva fermato il tentativo di ripartenza dai minimi del titolo respingendolo nuovamente fino ai livelli storici più bassi di quota 1,31 euro. Un primo tentativo, portato sullo slancio della rottura di 1,6 è stato respinto e ora Saras potrebbe oscillare tra 1,64 e 1,6 prima di sferrare un nuovo attacco. Possibile quindi scegliere come area di acquisto 1,6 euro, oppure tentare ingressi sulla forza su rottura di 1,64. Sopra la resistenza indicata il target si trova in area 1,74. Stop loss a 1,59 euro.

Commenti dei Lettori
News Correlate
AUMENTO DI CAPITALE

Carraro: offerta in opzione, sottoscritto il 99,684%

A conclusione dell’offerta in opzione nell’ambito dell’aumento di capitale, Carraro ha annunciato che sono stati esercitati 43.225.974 diritti per la sottoscrizione di 33.620.202 azioni, pari al 99,684% del totale.

Il controvalore complessivo è d…

BANCHE ITALIA

Veneto Banca: Cda chiede intervento Atlante per ricapitalizzazione

Oggi il Cda di Veneto Banca “ha riaffermato – si legge in una nota diffusa dall’istituto – la propria piena fiducia nella prospettiva dell’aggregazione con Banca Popolare di Vicenza come condizione per il rilancio delle due banche, importante per lo …

MERCATI

Chiusura di ottava di poco sotto la parità per le borse europee

Grazie a un miglioramento nella seconda parte innescato dalla revisione al rialzo del Pil statunitense del primo trimestre (+1,2%), i listini europei riducono le perdite e chiudono la settimana di poco sotto la parità.

A Londra il Ftse100 ha term…

MACRO

Stati Uniti: fiducia dei consumatori a 97,1 punti a maggio

Nel mese di maggio l’indice di fiducia dei consumatori elaborato dall’Università del Michigan si è attestato a 97,1 punti, dai 97 di aprile. Nella stima flash il dato era risultato pari a 97,7 punti.