Santander: “Sul Sanpaolo niente cambiamenti almeno fino al 2007”

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il comparto bancario è ad alta tensione in queste settimane, dopo l’operazione Paribas-Bnl e il cambio della guardia in Bankitalia, e così basta un nulla o quasi a infiammare i titoli delle testimonial bancarie e le parole dei vertici degli istituti bancari europei vengono vagliate con la lente di ingrandimento. Per tale motivo ieri molto interesse hanno suscitato le parole di Emilio Botin, presidente del Banco Santander, azionista del Sanpaolo-Imi con il 7,7%, che alla presentazione dei risultati 2005 della banca spagnola ha detto: “”Bisogna accogliere le opportunità offerte dal mercato per rafforzare la posizione competitiva” precisando subito dopo di non vedere in questo momento opportunità e di non sapere se ne esistano in Italia. Con riferimento al Sanpaolo poi, Botin ha dichiarato che nulla cambierà fino alla scadenza del patto di sindacato nel 2007: “”Ci metteremo d’accordo, parleremo con gli altri soci e decideremo la strategia”

Commenti dei Lettori
News Correlate

Consumi: spesa per benzina e gasolio cresce nel I trimestre (CSP)

Nel mese di marzo gli italiani hanno sborsato 4,7 miliardi di euro per l’acquisto di benzina e gasolio auto. Si tratta di un incremento del 14,4% rispetto allo stesso mese del 2016, corrispondente ad una maggiore spesa di 591 milioni. Una crescita ch…

BORSA ITALIANA

UniCredit aggrava il passivo giornaliero, -2% a 15,22 euro

Da poco scoccato mezzogiorno UniCredit aggrava il ribasso portando il passivo giornaliero a -2,05%, con il prezzo che scivola a 15,22 euro. Ieri il titolo ha avviato una correzione ribassista dopo il veloce allungo registrato nelle sedute di lunedì e…