SanPaolo Imi, e’ partita la stagione targata Pietro Modiano

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

E’ partita la stagione di Pietro Modiano al SanPaolo Imi. Il nuovo direttore generale, sbarcato a Torino da poco più di due mesi proveniente dal gruppo Unicredit, sembra aver concluso la fase di ricognizione. E da ieri è passato all’azione, presentando al cda un budget per il 2005 che definire ambizioso è ancora poco. Le cifre di questo piano sono tenute rigorosamente riservate, ma un’indicazione è trapelata: si tratta della crescita del risultato di gestione che, a detta di chi ha preso parte alla riunione di ieri pomeriggio, è prevista “a due cifre”. Modiano che intende valorizzare i punti di forza del gruppo, come la presenza territoriale e potenziare altri aspetti come i rapporti internazionali e l’attività di merchant banking. Nei primi due mesi Modiano ha setacciato la rete. Ebbene dopo un lungo giro nelle filiali la conclusione è stata positiva. Quella della rete per l’istituto è stato un punto di forza. Nessun cambiamento dunque nel potenziamento o nella struttura di questo asset. Il gruppo torinese punta invece a rilanciare Banca Imi. Nel segmento in cui opera Banca Imi SPI ha conquistato quote di mercato in breve tempo sempre maggiori. Modiano intende proseguire su questa strada con iniziative di rilancio che dovranno portare a risultati importanti sia in termini di redditività sia in termini di sviluppo dell’attività.