1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

SanPaolo, per Bca Leonardo diventa un titolo da vendere con tp a 10,6

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La trimestrale di SanPaolo Imi non supera la prova degli analisti di Banca Akros. Il broker alla luce dei risultati non ha perso tempo: ha tagliato le stime di utile, il rating sul titolo portandolo a sell e il target price dell’1%. “Venerdì scorso Sanpaolo ha riportato i risultati del primo trimestre 2005 inferiori alle attese”. Esordiscono nella nota uscita oggi e raccolta da Finanza.com gli esperti della prestigiosa casa d’affari. “I ricavi sono rimasti stabili anno su anno, esclusivamente grazie alla crescita dei proventi da trading, mentre i ricavi core sono scesi, restando ben al di sotto delle stime. Ancora una volta i costi sono stati una sorpresa positiva, restando leggermente al di sotto del livello del primo trimestre 2004 o -1,6% contro le nostre attese. Il cost/income ratio è rimasto invariato appena al di sotto del 63%”, ripercorrono voce per voce gli analisti di Banca Leonardo. “Le rettifiche nette su crediti sono state estremamente basse, in calo del 34% su base annua contro una nostra stima che si fermava a -25% a 28 punti base annualizzati degli impieghi, che consideriamo insostenibili per il resto del 2005 per questo manteniamo la nostra stima di 39 punti base”, aggiungono ancora a Banca Leonardo. Morale della favola: “a seguito dei risultati del primo trimestre 2005 tagliamo le nostre stime 2005 del – 3,2% sul risultato lordo di gestione e del -4,2% sull’utile netto. Le nostre stime sono attualmente di circa -2% inferiori al consensus. Per quanto riguarda il 2006-2007 abbiamo tagliato le nostre stime di utile per azione del -3,6% medio”. E’ il verdetto poco incoraggiante che emettono gli esperti della sim milanese. Non è tutto. Dal punto di vista valutativo la sforbiciata di Banca Leonardo ha avuto subito i suoi effetti, non troppo positivi. “Abbiamo tagliamo il target price dell’1% da 10,7 euro a 10,6 euro, che indica un downside potenziale di oltre il 10% sulle quotazioni correnti”, dichiarano infatti gli analisti. “Nonostante l’incoraggiante inversione del trend di crescita degli impieghi e il rafforzamento del team manageriale, riteniamo che il prezzo attuale di Sanpaolo stia già scontando lo scenario migliore in termini di crescita della redditività. In conseguenza di ciò, abbassiamo il rating da hold (titolo da tenere in portafoglio) a sell(titolo da vendere), sottolineando che il 23 maggio ci sarà lo stacco del dividendo da 0,47 euro”, concludono.