1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

SanPaolo acciuffa il segno piu’, mercato vede bene scambio azionario Cnce

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

SanPaolo Imi acciuffa il segno più. Il titolo dell’istituto torinese si tiene stretto il rialzo dello 0,26% passando di mano a quota 9,54 euro. L’azione era rimasta indietro rispetto ad altri bancari. E quindi è il momento di prendersi la rivincita. “I problemi di gestione hanno pesato sulla performance dell’azione in Borsa. Non per niente SPI è stata meno aggressiva di altri istituti bancari nell’ultimo periodo”, conferma Fabio Ciuffa, gestore di Banca Iccrea. Le nubi all’orizzonte sembrano diradarsi. Mertedì è andata in onda la riunione del comitato esecutivo, seguita dal consiglio di amministrazione. Il nodo da sciogliere resta l’incognita direttore generale. Ma è un affaire su cui sembra che il pressing dei soci della banca sia rientrato. Sanpaolo Imi ha intanto giocato la carta scambio azionario con i francesi di Cnce. L’istituto presieduto da Enrico Salza e Caisse Nazionale des Caisses d’Epargne hanno infatti siglato un protocollo d’intesa per lo scambio della partecipazione del 3,5% attualmente detenuta dall’istituto torinese in Cdc Ixis, in partecipazioni nelle due principali subholding operative del gruppo francese Ixis Asset Management Group per il 12% e Ixis Capital & Investment Bank per il 2,45%. Una mossa che il mercato loda. Secondo Gabriele Ciotti, analista di RasBank, l’operazione è positiva perché “permette a SPI una migliore valorizzazione della sua posizione in Francia”. L’esperto guarda in là nel tempo. “Nel medio lungo termine le prospettive di crescita del risparmio gestito in Francia sembrano buone. Il mercato transalpino ha le stesse potenzialità di quello italiano”, commenta Ciotti. Sulla stessa lunghezza d’onda anche un altro analista di una primaria banca d’affari milanese. “L’operazione, che stanno facendo in Francia è interessante per le prospettive che apre”, commenta un analista. “SPI in questo modo si rafforza sotto il profilo operativo dell’asset management. Inoltre dimostra coerenza per le sue collaborazioni estere”, conclude l’analista.