Salvatore Ferragamo: Credit Suisse prevede la più bassa crescita Ebitda dall'Ipo, tp giù a 21 euro

Inviato da Valeria Panigada il Lun, 17/03/2014 - 11:16
Gli analisti di Credit Suisse hanno confermato il giudizio underperform su Salvatore Ferragamo e hanno tagliato il target price a 21 euro dal precedente 24 euro, in scia alla revisione al ribasso delle stime di profitto (stima Eps 2014-2016 ridotta del 4%). Secondo il broker svizzero infatti il gruppo italiano del lusso conoscerà quest'anno la più bassa crescita dell'Ebitda dall'Ipo."La crescita dell'Ebitda potrebbe registrare il ritmo più basso dai tempi dell'Ipo - sostengono gli analisti, che stimano un +10% nel 2014. In particolare, nel breve termine persistono dei rischi sulla crescita di Salvatore Ferragamo, come un più difficile scenario per il lusso negli Usa e in Cina e un budget di marketing sotto stretto controllo. Nel lungo termine, invece l'obiettivo di un margine Ebitda del 25% può ritenersi realizzabile, anche se potrebbe richiedere più tempo del previsto. Guardando al titolo, Credit Suisse nota come l'azione Salvatore Ferragamo stia scambiando a un premio del 40% rispetto al settore e che da inizio anno abbia perso il 25%. Un appuntamento importante da segnare in agenda sarà quello con i conti del primo trimestre, in programma il prossimo 13 maggio.
COMMENTA LA NOTIZIA