1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Il salvataggio di Aig si chiude con un utile di 22,7 miliardi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Quello che sembrava un obiettivo impossibile nel bel mezzo della crisi finanziaria, è diventato realtà: il salvataggio di American International Group si è rivelato un affare per i contribuenti statunitensi. Poco fa il Dipartimento del Tesoro ha emesso una nota (link) per annunciare di aver messo sul mercato tutte le restanti 234.169.156 azioni ordinarie Aig detenute a 32,50 dollari per azione.

Il controvalore dell’operazione, stimato a circa 7,6 miliardi di dollari, porta il totale incassato dall’accoppiata Federal Reserve-Tesoro a 205 miliardi di dollari (130,2 la Fed, 74,8 il Tesoro), 22,7 miliardi in più rispetto ai 182,3 miliardi messi sul piatto per l’operazione di salvataggio. In particolare, la Banca centrale, che aveva messo in campo 112,5 miliardi di dollari, ha incassato utili per 17,7 miliardi mentre il Tesoro, il cui impegno si era attestato a 69,8 miliardi, ha guadagnato 5 miliardi (4,1 miliardi dalla vendita delle ordinarie e 0,9 grazie ai titoli privilegiati).

Quella odierna rappresenta la sesta e ultima offerta pubblica di azioni Aig degli ultimi 19 mesi. Nel complesso sono state vendute 1.655.037.962 azioni, pari in origine al 92% del capitale del colosso assicurativo, a un prezzo medio di 31,18 dollari.

“Aig ha da subito intrapreso un drammatico percorso di ristrutturazione -si legge nella nota diffusa dal Tesoro- che gli ha permesso di rinforzarsi e di ripagare i contribuenti”. “Il processo di ristrutturazione -continua il comunicato- è passato per il dimezzamento delle dimensioni della società che ha venduto le attività non strategiche focalizzandosi sul comparto assicurativo”.

Nel complesso, più del 90% dei 418 miliardi di dollari sborsati dalle autorità statunitensi tramite il piano di salvataggio Tarp (Troubled asset relief program) sono stati ripagati. Nel portafoglio del Tesoro si trovano ancora warrant per l’acquisto di 2,7 milioni di azioni ordinarie Aig, che, come riporta la nota del Department of Treasury, “assicureranno ulteriori guadagni ai contribuenti”.

Il titolo Aig, che da inizio anno ha guadagnato il 44%, nel pre-mercato di Wall Street avanza di circa il 2,1% a 34,06 dollari.