1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Salone di Francoforte 2011: il comparto auto prova a ripartire

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Scacciare la crisi e provare a ripartire. Con questo imperativo il mondo delle quattro ruote si da appuntamento a Francoforte per la 64 esima edizione del Salone Internazionale dell’auto di Francoforte 2011, una delle maggiori e più importanti vetrine internazionali dell’auto che si svolge ogni due anni nella città tedesca. L'”IAA – Internationale Automobil-Ausstellung”, che  ospiterà dal 15 al 25 settembre decine e decine di anteprime mondiali ed europee, ha aperto oggi i battenti per le due giornate dedicate alla stampa.
Tra una vettura e l’altra, tra uno stand e l’altro, arrivano anche le dichiarazioni dei big dell’auto. I primi commenti sono quelli del numero uno di Fiat, Sergio Marchionne, che ha confermato le previsioni 2011 sia per Fiat sia Chrysler.  Il manager italo – canadese si è poi soffermato sulla questione Suzuki all’indomani dell’annuncio del divorzio dai tedeschi di Volkswagen. “Con Suzuki abbiamo una collaborazione industriale che va avanti da molto tempo – sottolinea Marchionne – E le divergenze con Volkswagen non hanno nulla a che fare con noi. Possibili sviluppi? Parliamo con tutti”. E’ di ieri la notizia della rottura della collaborazione tra il gruppo giapponese e quello teutonico. Suzuki ha infatti chiesto di poter acquistare la quota, pari a circa il 20%, che Volkswagen aveva rilevato nel dicembre del 2009.
A Francoforte l’industria automobilistica mondiale, soprattutto quella europea, tenta il rilancio dopo le performance poco entusiasmanti dell’ultimo periodo. Nonostante le prospettive, come ha ammesso lo stesso Marchionne, non sono certo rosee per il mercato auto italiano ed europeo, con il biennio 2011-2012 che sarà sicuramente difficile. Secondo i più recenti dati diffusi dall’Acea, l’associazione dei costruttori europei, a giugno le immatricolazioni hanno evidenziato una contrazione dell’8,1 per cento rispetto all’anno precedente. Venerdì prossimo l’Acea pubblicherà i dati sulle immatricolazioni nel Vecchio continente  per i mesi di luglio e agosto.


Passerella di spicco a Francoforte


In terra teutonica arriverà la piccola up, la nuova city car della Volkswagen. Audi sfodera la RS 5 coupé che è, tra tutti i membri della famiglia A5, la versione con l’anima più dichiaratamente sportiva.

Ma il salone internazionale di Francoforte non parlerà solo tedesco. Tra le protagoniste della kermesse c’è Fiat, che si presenta con la nuova Panda, coerente evoluzione di una cittadina di successo che in 31 anni di vita è sempre stata sinonimo di design funzionale, maneggevolezza, spazio, affidabilità e comfort. Altre novità in arrivo dal Lingotto sono la Punto nella versione 2012, le Lancia Thema e Voyager e l’Alfa 4c, concept di coupè a 2 posti secchi. Il Bel Paese è ben rappresentato anche dal Cavallino rampante che arriva in Germania con la Ferrari 458 Spider.
Il motor show di Francoforte sarà anche Ford il palcoscenico ideale dove presentare diverse novità. In particolare, la Casa dell’Ovale Blu svelerà quatto anteprime globali e una serie di nuovi modelli e tecnologie; sarà inoltre allestita un’area esterna per provare le nuove tecnologie.
La passerella di vetture vede Peugeot pronta a togliere la maschera due prime mondiali: 508 RXH, l’ibrido diesel dal fascino distintivo, e HX1, la concept-car versatile e continua l’offensiva lanciata nel 2010 con due leve strategiche: l’internazionalizzazione e l’ampliamento delle gamme