I saliscendi della Borsa cinese (Fondionline.it)

Inviato da Redazione il Mer, 06/06/2007 - 10:18
Il sogno del denaro facile sta portando la classe media del paese ad investire con forza sui listini azionari.
"Se vi sono sembrato indebitamente chiaro, avete probabilmente interpretato male le parole che ho pronunciato", ironizzava Alan Greenspan nel 1987 durante la sua audizione al Congresso degli Stati Uniti. L'ex presidente della Federal Reserve sosteneva di essere fiero di aver imparato a 'mormorare con grande incoerenza', restando fedele al gergo confuso utilizzato dai banchieri centrali. A distanza di venti anni, le frasi sibilline pronunciate da Greenspan sono state archiviate dallo stesso ex presidente. Liberato dalle sue responsabilità pubbliche -ma con la fama di oracolo ancora intatta- Greenspan ha cambiato il suo modo di comunicare. Nel corso di uno dei suoi ultimi interventi, l'ex capo della Fed ha dichiarato -senza peli sulla lingua- di attendersi una recessione per l'economia statunitense e una drastica contrazione per la Borsa cinese. Chiaro e diretto. Nulla di tutto ciò si è finora materializzato, tuttavia, gli Usa hanno presentato la scorsa settimana i peggiori dati di crescita degli ultimi cinque anni. E le autorità cinesi hanno approvato una batteria di misure tese a raffreddare l'eccessiva rivalutazione dei listini domestici. (segue).
COMMENTA LA NOTIZIA