1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

I saliscendi della Borsa cinese (Fondionline.it) -2

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Greenspan crede che l’esuberanza della Borsa cinese è quanto di più simile ad una bolla. L’allarme lanciato dall’ex presidente ha trovato la piena approvazione delle autorità cinesi, degli analisti e delle banche di investimento. Ma una cosa è che quel che dicono gli esperti e un’altra è quella che fanno i cinesi, che aprono 300.000 nuovi conti al mese per investire in Borsa. I conti aperti dagli investitori cinesi hanno superato i cento milioni a maggio, anche se le stime ufficiali registrano circa 20 milioni di investitori che si rivolgono al listino azionario (in un paese di 1.300 milioni di abitanti). L’auge irrefrenabile dell’interesse mostrato dalle classi medie per le opportunità offerte dalla Borsa si spiega con due cifre: il listino di Shanghai si è rivalutato del 50% da inizio anno, quello di Shenzen di oltre il 100%.
Il sogno del denaro facile ha spinto le classi medie a vendere automobili, ipotecare case e chiedere finanziamenti per poter investire in Borsa. Secondo i dati forniti dalle autorità cinesi, la febbre dei listini avrebbe coinvolto tutte le categorie che abitano nei grandi centri urbani: dalle donne delle pulizie agli studenti universitari. L’allarme lanciato dal Governo è servito a ben poco, visto che la maggior parte degli investitori ‘anomali’ continua a puntare tutte le sue chance di arricchimento sulle potenzialità offerte dal parquet azionario. (Segue)