Sale la tensione in Unicredit: adesso la spina nel fianco è la Lia e il titolo va giù -1

Inviato da Micaela Osella il Ven, 22/10/2010 - 09:59
Quotazione: UNICREDIT GROUP
Sale la tensione in Unicredit in vista di martedì. E il titolo paga pegno in Borsa dove tratta a 1,911 euro in flessione dell'1,19%. E' ancora una volta la speculazione a dettare legge sull'azione della banca di Piazza Cordusio. Il Sole 24 Ore oggi scrive che nel board della Lybian Invest
Authority sarebbero emerse posizioni critiche per le richieste di informazioni arrivate dal presidente Rampl, sollevando l'interrogativo se proseguire nel mantenimento dell'investimento nella banca italiana. Sul fronte governance ieri sera ci sono stati sviluppi. Da Piazza Cordusio è stato ufficializzata la convocazione del consiglio di amministrazione per le 14,30, che dovrà sistemare gli ultimi tasselli della seconda linea di governance della banca nell'era post Profumo. Il neo ceo Federico Ghizzoni sta lavorando a pieno ritmo per trovare una soluzione condivisa dai soci azionisti e da Banca d'Italia.
COMMENTA LA NOTIZIA