Saipem: utile netto trimestrale giù del 30%, dividendo sceso a 0,68 euro

Inviato da Flavia Scarano il Mer, 13/02/2013 - 16:21
Quotazione: SAIPEM

Saipem ha pubblicato il preconsuntivo consolidato del gruppo dal quale risulta un utile netto 2012 calato del 2,1% a 902 milioni di euro rispetto all'esercizio precedente. Decisamente più marcata la flessione nel solo quarto trimestre con profitti scesi del 30,2% a 180 milioni di euro rispetto allo stesso periodo dell'anno prima.

Cresciute invece le acquisizioni di nuovi ordini che nel 2012 sono ammontate a 13.391 milioni di euro dai 12.505 milioni di euro del 2011. Il portafoglio ordini residuo a fine 2012 si attesta così a 19.739 milioni di euro da 20.417 milioni di un anno prima. Gli investimenti tecnici effettuati nel corso nel 2012 si sono attestati a 1.015 milioni di euro dai precedenti 1.199 milioni di euro. L'indebitamento finanziario netto al 31 dicembre 2012 ammonta a 4.278 milioni di euro, con un incremento di 1.086 milioni di euro rispetto al 31 dicembre 2011.

Il Cda ha deliberato di proporre all'assemblea di mantenere la policy di pay-out pari a un terzo dell'utile netto consolidato, corrispondente per il 2012 a un dividendo di 0,68 euro per azione ordinaria (0,70 euro l'anno precedente) e di 0,71 euro per azione di risparmio (0,73 euro l'anno precedente).

I risultati attesi per l'anno 2013, come comunicato lo scorso 29 gennaio e 7 febbraio, saranno inferiori a quanto realizzato da Saipem negli ultimi anni. Le principali cause di ciò, recita una nota diramata dal gruppo, sono relative al settore Engineering & Construction, e sono: la conclusione di progetti grandi e complessi che hanno premiato le competenze tecnicooperative di Saipem e il ritardo nell'assegnazione di nuovi progetti simili ora prevista nel corso del 2013, e l'effetto, principalmente nel 2013, di commesse a ridotta marginalità acquisite in condizioni di mercato estremamente competitive e di contratti a bassa marginalità funzionali all'entrata in nuovi mercati molto promettenti per il futuro. Al contrario il settore Drilling è previsto confermare il trend di crescita di questi anni, con potenzialità di ulteriore miglioramento.

Nel complesso, oggi Saipem prevede per l'anno 2013 ricavi di circa 13,5 miliardi di euro, un Ebit complessivo di circa 750 milioni di euro, un utile netto di circa 450 milioni di euro, nonché un livello di investimenti per circa 0,9-1 miliardo di euro.

COMMENTA LA NOTIZIA