1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Bilancio Italia ›› 

Saipem: perdita netta di 685 mln di euro nel secondo trimestre, ebit 2013 visto in pareggio

QUOTAZIONI Saipem
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Perdita netta ingente per Saipem nel secondo trimestre 2013. Il trimestre è stato chiuso con un risultato netto negativo per 685 mln di euro che si confronta con l’utile di 243 mln dell’analogo trimestre 2012. Considerando i primi 6 mesi dell’anno la perdita risulta di 575 mln di euro dai +474 mln del primo semestre 2012. L’ebitda del secondo trimestre risulta negativo di 489 mln da +567 mln del secondo trimestre 2012, mentre l’ebit risulta di -670 mln. Il consensus per l’ebit era di -559,1 mln. I ricavi trimestrali ammontano a 2,097 mld di euro, in calo del 35,8% rispetto all’analogo trimestre 2012.
Le acquisizioni di nuovi ordini ammontano a 7.151 milioni di euro (6.303 milioni di euro nel primo semestre 2012, +13%). Il portafoglio ordini residuo al 30 giugno 2013 si attesta a 21.704 milioni di euro (19.739 milioni di euro al 31 dicembre 2012, + 10%). Per l’anno 2013 previsti ricavi in circa 13 miliardi di euro con ebit in pareggio e una perdita netta di circa 300-350 milioni di euro, in linea con la guidance indicata lo scorso mese. Nella seconda parte dell’anno la società di servizi petroliferi che fa capo ad Eni prevede un “significativo miglioramento dei risultati” grazie al buon andamento dei nuovi contratti acquisiti con maggiore selettività nella prima parte del 2013, e grazie alle buone performance della Business Unit Drilling. L’indebitamento finanziario netto è stimato a fine anno a circa 5 miliardi di euro.