Saipem: nuovi contratti in Angola, Kazakhstan e Mare del Nord per 950 mln $

QUOTAZIONI Saipem
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nuovi contratti E&C Offshore in Angola, Kazakhstan e Mare del Nord per Saipem. Le commesse hanno un valore di circa 950 milioni di dollari. In Angola, Saipem si è aggiudicata da CABGOC un contratto di tipo EPCI per il progetto Congo River Crossing Pipeline, che verrà sviluppato al largo delle coste dell’Angola e della Repubblica Democratica del Congo. Le attività a mare saranno realizzate dal mezzo posatubi Castoro 7 tra il quarto trimestre del 2012 e il quarto trimestre del 2013. Saipem ha poi firmato un contratto di tipo EPCI in Angola per la realizzazione di infrastrutture URF e gasdotti di esportazione. Il contratto prevede l’ingegneria, approvvigionamento, fabbricazione, installazione e messa in servizio di condotte in-field e di esportazione, per una lunghezza totale di circa 100 chilometri, e di ulteriori attrezzature sottomarine, ad una profondità d’acqua di 70 metri. Le attività a mare saranno eseguite tra il quarto trimestre del 2013 e il secondo trimestre del 2015.
In Kazakhstan, Saipem, tramite la società a controllo congiunto Ersai Caspian Contractor LLC in consorzio con Keppel Kazakhstan LLP, si è aggiudicata da Teniz Burgylau LLP un contratto per la costruzione, allestimento e messa in servizio di un jack-up. L’impianto Keppel FELS B Class, progettato per il Mar Caspio, avrà capacità di perforazione fino a 20.000 piedi e potrà operare a profondità d’acqua fino a 260 piedi. La consegna dell’impianto è prevista per il primo trimestre del 2015. Questo sarà il primo jack-up ad essere costruito in Kazakhstan. Infine, Saipem ha firmato due contratti per attività T&I che prevedono l’utilizzo della Saipem 7000 e del mezzo posatubi Castoro Sei nel settore Britannico del Mare del Nord, in diverse finestre temporali tra il secondo trimestre del 2014 e il terzo trimestre del 2015.