Saipem: Goldman abbassa il giudizio a neutral. Riviste al ribasso le stime su Eni

Inviato da Flavia Scarano il Gio, 31/01/2013 - 10:51
Quotazione: SAIPEM
Quotazione: ENI
Goldman Sachs si accoda ai numerosi broker che hanno rivisto al ribasso il giudizio su Saipem. La banca d'affari ha abbassato la raccomandazione sulla controllata di Eni a neutral dal precedente buy in scia al profit warning lanciato due giorni fa. Gli analisti ritengono che la guidance 2013 amplierà il calo dei margini Ebit del settore Offshore Construction da circa il 12% nel 2012 a circa il 3% nel 2013, a seguito anche ad alcune perdite straordinarie su vari contratti internazionali. Nel 2014 poi ci sarà un ripresa che permetterà ai margini dell'Offshore un recupero al 7,5%. Allo stesso modo nell'Onshore, la guidance 2013 farà calare i livelli dei margini Ebit del 7,4% a circa l'1,6% di riflesso ad alcune problematiche eccezionali sui contratti.

Gli esperti prevedono un Eps in flessione del 58% nel 2013 e del 35% nel 2014, modificando allo stesso tempo la ponderazione per il calcolo del target price al 25%-75% per il 2013-2014 dal 50%-50% per riflettere l'ipotesi del broker che il 2013 sarà un anno di transizione per l'azienda guidata da Umberto Vergine. Di conseguenza il prezzo obiettivo è sceso a 22 da 35 euro con un potenziale di rialzo del 10%.

Le conseguenze del profit warning di Saipem si fanno sentire anche sulla casa madre Eni, con Goldman che stima un impatto dell'1% sull'Eps 2012, del 3% nel 2013 e del 3% sul 2014. Il calcolo include il miliardo di euro di incremento dell'indebitamento netto a causa del deflusso del working capital di Saipem. Gli esperti hanno inoltre rivisto al ribasso il target price a 22 da 23 euro con un potenziale upside del 20%, confermando il giudizio buy.
COMMENTA LA NOTIZIA