Saipem: Centrosim mette in guardia da effetti poco felici del cambio euro/ dollaro

Inviato da Redazione il Lun, 25/07/2005 - 15:45
Quotazione: SAIPEM
Prova della trimestrale in vista per Saipem. La controllata di Eni comunicherà i risultati del secondo trimestre il prossimo 27 luglio. Secondo le proiezioni di Centrosim la società ha buone carte in mano, anche se non mancherà qualche zona d'ombra. Colpa dell'apprezzamento del biglietto verde. "Il trimestre evidenzierà una performance migliore di quella del primo trimestre, ma ancora inferiore alle proiezioni formulate sull'intero anno", dice l'analista che ha redatto il report, spiegando che la riduzione dei margini percentuali di redditività sarà "imputabile principalmente al settore LNG, che risente di un accentuarsi della concorrenza, e della fase di start-up attraversata da alcuni progetti, che implica maggiori costi". Ad ogni modo gli analisti della prestigiosa sim si aspettano in buona ripresa rispetto al dato del primo trimestre il settore delle costruzioni mare, grazie all'entrata in esercizio di alcuni contratti nel Mare del Nord. "Complessivamente, il fatturato del secondo trimestre è atteso a 1,078 milioni in crescita del 7,2% rispetto all'anno scorso, l'Ebitda a 132 milioni (+4,9%), l'Ebit a 84 milioni, +7,8% in termini omogenei e l'utile netto a 60 milioni", snocciolano gli esperti. E dal punto di vista valutativo? "Poniamo under review il target price ed il rating, che verranno definiti dopo la pubblicazione dei dati trimestrali. Giocheranno da un lato al rialzo la modifica che verrà apportata al cross euro/ dollaro, attualmente settato a 1,25, e dall'altro la probabile riduzione delle stime sul 2005, per via dell'andamento della marginalità, inferiore alle attese", risponde nella nota l'analista. "A parità di altre condizioni ogni 2,5 cent di riduzione strutturale dell'euro/ dollaro implica una crescita di circa l'11% del target price del titolo".
COMMENTA LA NOTIZIA