Saipem: Centrosim alza il tp a 14,8 euro, ma conferma sell

Inviato da Redazione il Mer, 05/10/2005 - 16:35
Quotazione: SAIPEM
Gira voce che i vertici di Eni avrebbero già dato mandato ad advisors di studiare il dossier relativo alla fusione fra Saipem e Snamprogetti al fine di arrivare alla fusione. Una notizia che non arriva come un fulmine a ciel sereno a Centrosim, che nella nota uscita oggi hanno portato il prezzo obiettivo di Saipem da 13 euro a 14,8 euro confermando il rating sell. "La notizia non è inaspettata visto che rappresenta un'opzione già presente sul tavolo di Scaroni ed è del tutto auspicabile dal punto di vista strategico", commentano gli esperti. Il perché è presto detto. "Una fusione con Snamprogetti colmerebbe buona parte del gap di Saipem nel settore on-shore, con particolare riferimento ai processi di liquefazione gas, e più in generale integrerebbe skill e competenze ingegneristiche, creando conseguentemente valore", spiegano gli analisti. Conseguentemente a questo processo tornano alla ribalta i rumors di delisting di Saipem. Un ipotesi che viene rispedita al mittente. Secondo Centrosim infatti non ci sono particolari motivazioni strategiche perché Eni provveda al delisting di Saipem, visto che già ne controlla il 43%, se non eliminare le possibilità che il titolo possa essere oggetto di Opa ostile. "Anche se la mossa creerebbe comunque valore dal punto di vista finanziario perché anche se l'asset viene acquisito a prezzi sostanzialmente fair, questo implicherebbe un aumento del debito per circa 3,5 miliardi di euro conseguentemente all'Opa sulle minorities, e quindi aumenterebbe il leverage di Eni", concludono.
COMMENTA LA NOTIZIA