Sacerdoti (Bocconi): congelamento quote libiche non impatta su operatività società italiane

Inviato da Alberto Bolis il Mar, 08/03/2011 - 15:28
"L'eventuale congelamento delle quote libiche presenti nelle società italiane non cambia nulla a livello di operatività delle società stesse". Così Giorgio Sacerdoti, docente ordinario di diritto internazionale presso l'Università Bocconi di Milano, intervistato da Finanza.com. Ma cosa si intende per congelamento? "I pacchetti azionari detenuti da queste istituzioni libiche non potranno essere venduti, acquistati e nemmeno beneficiare della politica di dividendi". Le parole di Sacerdoti ricalcano quelle di Raffaele Jerusalmi, amministratore delegato di Borsa Italiana, secondo cui l'eventuale congelamento delle partecipazioni libiche in società italiane "non comporterà riflessi particolari a Piazza Affari".
COMMENTA LA NOTIZIA