1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Saab non chiude, nuove offerte sul tavolo di General Motors

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

General Motors ha reso noto di ricevuto nuove manifestazioni di interesse per la sua controllata svedese Saab. L’annuncio arriva dopo che venerdì Gm aveva anticipato la chiusura del marchio in scia al fallimento delle trattative con l’olandese Spyker Cars. E proprio quest’ultima rientra tra coloro che hanno presentato una nuova offerta di acquisto per la controllata del gruppo di Detroit. Questo nonostante, secondo un comunicato diffusa dal gruppo americano, nel corso della due diligence con Spyker fossero emersi problemi che le parti non erano riuscite a risolvere. Venerdì General Motors aveva pertanto annunciato l’avvio con Saab di una collaborazione per l’ordinata chiusura delle attività in Svezia.


General Motors ha chiarito che valuterà ciascuna delle proposte giunte, senza tuttavia identificare le parti interessate, e che non fornirà ulteriori particolari fino a quando tali valutazioni non saranno completate.

In precedenza erano fallite le trattative per rilevare Saab da parte del costruttore svedese si auto sportive Koenigsegg. Mentre la prima offerta di Spyker, anch’essa produttrice di auto sportive, era stata condotta in partnership con la Rmc Convers Group del magnate russo Vladimir Antonov, principale azionista della piccola casa automobilistica. Spyker vede nel suo capitale anche il fondo di Abu Dhabi, Mubadala Development.

 

In caso di effettiva chiusura, la casa svedese sarebbe il terzo marchio chiuso da General Motors in pochi mesi, dopo Pontiac e Saturn, e il primo marchio europeo, dopo cinque anni e mezzo dal fallimento della Mg Rover. A rischio 3500 posti di lavoro.