Ryanair bolla come "ridicola" la proposta di riforma trasporto aereo italiano

Inviato da Titta Ferraro il Gio, 11/01/2007 - 15:34
Quotazione: RYANAIR HLDINGS
Non usano mezze misure i maghi irlandesi del low-cost. Questa sul banco degli imputati c'è il ministro dei Trasporti Alessandro Bianchi, reo di aver messo a punto un piano di riorganizzazione del trasporto aereo nazionale ritenuto "ridicolo" da Ryanair. Bridget Dowling, direttore marketing e vendite per il Sud Europa della compagnia irlandese, ha palesato preoccupazione sulla possibilità che questa riforma vada in porto. ''Ancora una volta, per andare incontro ad Alitalia si mette in secondo piano una priorità, che è quella di sostenere gli scali regionali nell'espandere il loro traffico passeggeri". Per ora Ryanair resta alla finestra, ma qualora la proposta andrà avanti in tal senso non farà mancare pressioni sulla commissione trasporti Ue per analizzare la questione. Secondo la Dowling la riforma si tradurrebbe in ''limitazioni e restrizioni per i voli internazionali negli scali con traffico inferiore ai cinque milioni di passeggeri l'anno. In merito ai rapporti che intercorrono con l'attuale ministro dei Trasporti, la Dowling ha risposto che al momento non c'è stato alcun contatto e "sarebbe importante parlarne con il ministro Bianchi".
COMMENTA LA NOTIZIA