1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Ryanair: altri 18.000 voli cancellati, coinvolti 400.000 passeggeri. O’Leary rinuncia ad Alitalia

E sull’Irish Times le scioccanti rivelazioni di un dipendente: “pagati solo nel tempo di volo, costretti a pagare acqua e panini”.

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Scandalo senza fine per la compagnia aerea Ryanair. Il vettore irlandese, finito nella bufera per aver annunciato la cancellazione di 40-50 voli ogni giorno fino al prossimo 31 ottobre,  ha a sorpresa reso noto che cancellerà altri 18.000 voli nel periodo compreso tra novembre e il marzo del 2018. La notizia riguarda direttamente almeno 400.000 passeggeri.

L’AD Michael O’Leary è stato costretto a scusarsi nuovamente con i suoi clienti, per la seconda volta questo mese. Nell’annunciare queste ultime cancellazioni dei voli, O’Leary si è così espresso:

“Ci scusiamo sinceramente con tutti quei clienti che sono stati colpiti dalle cancellazioni dei voli della scorsa settimana, o da questi cambiamenti ‘ragionevoli’ che sono stati annunciati oggi. Anche se più del 99% dei nostri 129 milioni di clienti non verrà colpito da alcun disagio o cancellazione, siamo profondamente dispiaciuti per il dubbio che abbiamo alimentato nei nostri passeggeri, la scorsa settimana, in merito alla credibilità di Ryanair, o al rischio di altre cancellazioni”.

O’ Leary è andato avanti promettendo che, “a partire da oggi, non ci saranno più altre cancellazioni quest’inverno o nell’estate del 2018 legate ai turni. La crescita minore di quest’inverno creerà spazi negli aerei e disponibilità nell’equipaggio, e tali fattori ci permetteranno di gestire i volumi eccezionali di partenze che ci siamo impegnati a rispettare nei nove mesi che terminano a dicembre del 2017”.

Ryanair ha deciso di ritirarsi anche dalla gara per Alitalia. Nel comunicato si legge che:

“Al fine di concentrarci sul risolvere questo problema di turnazione, nel corso dell’inverno, Ryanair eliminerà tutte le distrazioni del management, iniziando dal suo interesse verso Alitalia”.

La compagnia ha comunicato di avere già informato tramite l’invio di una email tutti i clienti che saranno coinvolti nelle cancellazioni. Ai passeggeri colpiti dal disguido, verrà chiesto di scegliere tra il rimborso o un volo alternativo.

In ogni caso, la compagnia metterà a loro disposizione un voucher del valore di 40 sterline per l’andata o 80 andata e ritorno, che potrà essere utilizzato per prenotare un volo nel periodo compreso tra ottobre e marzo del 2018.

Annunciata in tutto la sospensione temporanea di 34 rotte durante l’inverno, incluse quelle da Londra Stansted a Edimburgo e Glasgow, da Gatwick a Belfast, da Newcastle a Faro, da Glasgow a Las Palmas. La stampa inglese riporta che, praticamente, Ryanair cancellerà tutte le rotte dal Regno Unito alla Scozia per quattro mesi a partire dal mese di novembre. Diverse città italiane saranno inoltre colpite dalla cancellazione.

Tutto questo mentre proprio oggi sull’Irish Times viene pubblicato la testimonianza choc di un assistente di volo della compagnia aerea che accusa la società di trattare in modo umiliante i propri dipendenti, spesso pagati solo per il “tempo in cui volano”, i in alcuni casi costretti a pagare il prezzo intero di una bottiglietta d’acqua o di sandwiches. L’autore della testimonianza, che opta per l’anonimato, afferma di comprendere l’ira dei passeggeri, ma aggiunge che questa rabbia dovrebbe essere rivolta ai dirigenti di Ryanair, non allo staff”.

Ecco le rotte soppresse fino a marzo del 2018.