1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

La Russia entra nella WTO: meno dazi sulle merci importate, nessun effetto su export energetico

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Ieri, dopo 18 anni di trattative, la Russia è entrata a far parte della World Trade Organization, e parteciperà al prossimo summit dell’Organizzazione che si terrà a metà dicembre. Questo implicherà una maggiore apertura commerciale da parte del Paese: minori dazi all’import (tetto massimo che scende dal 10 al 7,8%) e maggior competitività nell’export, con una maggiore spinta modernizzatrice necessaria per le imprese ex-sovietiche. Verranno inoltre gradualmente aboliti i sussidi all’agricoltura e verrà introdotta la difesa della proprietà intellettuale, accolta favorevolmente soprattutto dalle industrie farmaceutiche. Le banche russe permetteranno agli investitori stranieri di entrare nel loro capitale fino ad una quota del 50%. Cadranno inoltre le restrizioni per l’esportazione di acciaio verso la Ue. Nessun effetto invece sull’export di petrolio e gas, che non sono coperti dalle norme Wto. L’adesione definitiva della Duma all’ingresso nell’Organizzazione avverrà il prossimo marzo.