1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Russia: banca centrale, inflazione e rischi geopolitici giustificano rialzo tassi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’accelerazione dell’inflazione e i crescenti rischi geopolitici. Sono queste le ragioni principali che hanno spinto la banca centrale russa a rivedere al rialzo i tassi di interesse. A sorpresa, l’istituto ha portato il costo del denaro all’8% dal precedente 7,5 per cento. Si tratta del terzo aumento del costo del denaro dall’inizio del 2014.

“La decelerazione dell’inflazione di luglio è stata più lenta del previsto – si legge in una nota dell’istituto – Al tempo stesso i rischi inflazionistici sono aumentati in scia a una serie di una combinazione di fattori, tra cui l’inasprimento delle tensioni geopolitiche e il potenziale impatto sulle dinamiche del tasso di cambio del rublo”. La decisione adottata oggi, rimarca Bank of Russia, è volta a “rallentare la crescita dell’inflazione e riportarla verso il target di crescita del 4% nel medio termine”.

Commenti dei Lettori
News Correlate
DATI MACROECONOMICI

BB Biotech nuovamente in utile

BB Biotech chiude il 2017 tornando in utile: i profitti netti si sono attestati a 688 milioni di franchi, a fronte di una perdita netta di 802 milioni nell’intero 2016. …

MERCATI

Fmi: tonfo azionario “inevitabile”

Il tonfo azionario di due settimane fa era “forse inevitabile”. Parola del Fondo Monetario Internazionale, che spiega come comunque “l’economia continui a crescere”. …

STATI UNITI

Lloyd Blankfein: non mi sentivo così bene dal 2006

“Le probabilità di un esito negativo sono cresciute”. Così Lloyd Blankfein, n.1 di Goldman Sachs, ha descritto l’attuale contesto negli Stati Uniti. Blankfein, nel corso di un’intervista concessa a Christine …