1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Rush di Alitalia e Tiscali, in caduta i bancari ad eccezione di Intesa Sanpaolo

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nuovo exploit di Alitalia (+11,94% a 0,3459 euro) ma con guadagni più che dimezzati nell’ultima ora di contrattazioni. L’entusiasmo creato dalle parole del candidato premier del Pdl, Silvio Berlusconi, che ha ribadito l’imminente arrivo di una nuova cordata tutta italiana per il salvataggio di Alitalia, è stato in parte placato nel tardo pomeriggio da quanto affermato dal numero uno di Intesa Sanpaolo Corrado Passera e dal ministro dell’Economia, Tommaso Padoa-Schioppa. Il primo ha rimarcato come non ci siano i presupposti per fare un’offerta senza una due diligence, mentre Padoa Schioppa ha detto che “i tempi ormai strettissimi sono dettati dalla condizione della compagnia e non possono dipendere dal calendario politico”. “Servono offerte formali e concrete, altrimenti si distrugge una possibilità di vendita anziché costruirne una nuova”, ha concluso Padoa Schioppa. In difficoltà i titoli del comparto finanziario con Unicredit (-4,48%) e Banco Popolare (-4,06%) tra i più penalizzati anche alla luce del taglio di valutazione deciso su entrambe da parte di Morgan Stanley. In controtendenza nel settore Intesa Sanpaolo (+2,34%), prima colpita da forti vendite (toccato minimo a 3,96 euro) al momento dell’uscita dei conti nel primo pomeriggio dei risultati 2007, per poi recuperare gradualmente e chiuder in deciso rialzo. Per quanto concerne la quarta trimestrale, ha deluso il dato dell’utile netto consolidato di 395 milioni di euro rispetto agli 896 milioni del quarto trimestre 2006. Dato che ha inciso sull’intero utile 2007 salito a oltre 7,2 miliardi di euro ma sotto il consensus di 8,17 mld. Nel corso della conferenza stampa, L’a.d. del gruppo Corrado Passera ha rimarcato come il suo gruppo sarà meno colpito di altri dalla crisi finanziaria ed è pronto a sfruttare possibili occasioni per acquisizioni che si potrebbero presentare sul mercato. Tra le mid cap in forte crescita anche Tiscali (+12,52%) dopo che l’isp sardo ha dato mandato al management di nominare gli advisor per la cessione.