1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Rusal: prevede significativi cambiamenti nel settore dell’alluminio

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La più grande società al mondo di alluminio, United Company RUSAL, ha annunciato che prevede “significativi cambiamenti” nel suo settore dal momento che il 75% delle fonderie in Europa, Stati Uniti e China operano sotto il livello di break-even. UC RUSAL ha proseguito asserendo che la sua primaria produzione di alluminio è salita del 6,5% a 3,3 milioni di tonnellate nei primi nove mesi dell’anno. Il gruppo ha prodotto 8,4 milioni di tonnellate di alumina nel periodo compreso tra gennaio e settembre 2008, il 2% in più su base annua. I ricavi della società sono infine saliti del 14% a 12,3 miliardi di dollari.

Commenti dei Lettori
News Correlate
COMMODITY

Oro: tensioni politiche spingono i prezzi ai massimi da fine aprile

Rialzo di mezzo punto percentuale per il future con consegna giugno sull’oro, in aumento a 1.259,9 dollari l’oncia. I prezzi, sui massimi da tre settimane, capitalizzano la crescita della volatilità sulle piazze finanziarie e le tensioni in arrivo da…

COMMODITY

Petrolio: Brent si spinge sopra quota 54 dollari il barile

Quarta giornata consecutiva con il segno più per le quotazioni del greggio, in rialzo dello 0,82% a 54,05 dollari il barile. Nelle ultime cinque sedute il derivato è salito del 4,3% in attesa che l’Opec, l’Organizzazione che raggruppa i Paesi esporta…

COMMODITY

Petrolio: miglior settimana da inizio anno in attesa dell’Opec

Alla terza seduta consecutiva con il segno più, il Brent porta il saldo settimanale al +5,55%, il dato maggiore da inizio anno. Nuovo segno più all’ICE per il future con consegna luglio sul greggio, in aumento del 2,15% a 53,64 dollari il barile.

MERCATO VALUTARIO

Forex: dollaro scivola ancora, eur/usd a un soffio da 1,12

Nuovi minimi a oltre 6 mesi per il dollaro. Si conferma anche oggi la debolezza del biglietto verde con il cross euro/dollaro spintosi a ridosso di 1,12 (1,1197) nel pomeriggio. Un’accelerazione al ribasso per il dollaro è arrivata dopo le dichiarazi…