Royal Bank of Scotland: torna in utile nel primo semestre, prima volta dal 2007

Inviato da Alberto Bolis il Ven, 06/08/2010 - 10:44

Royal Bank of Scotland è tornata in utile nel secondo trimestre 2010 per 257 milioni sterline, rispetto al rosso di 248 milioni dei primi tre mesi dell'anno e di 140 milioni dello stesso periodo dello scorso anno. Gli utili del primo semestre si sono quindi attestati a 9 milioni, contro la perdita monstre di 1,04 miliardi di un anno fa. Si tratta del primo semestre in utile dal 2007. Il giro d'affari è stato di 7,90 miliardi nel II trimestre (+16,7%) e di 15,9 miliardi nel I semestre (-7,7%). Le svalutazioni sono diminuite a 2,48 miliardi dalle precedenti 2,67 miliardi. "La ricostruzione di Rbs è una maratona e non uno sprint. C'è ancora molto da fare", ha dichiarato l'amministratore delegato di Rbs, Stephen Hester.

La ricostruzione della banca britannica passa attraverso un piano strategico di dismissioni, dopo che lo scorso novembre il governo di Londra ha iniettato 25,5 miliardi di sterline in Rbs, incrementando la partecipazione statale dal 70% all'84,4%. E proprio ieri il Banco di Santander ha annunciato l'acquisto di 318 filiali britanniche di Rbs per 1,65 miliardi di sterline. Gli sportelli venduti alla prima banca spagnola rappresentano il 14% della rete retail di Rbs nel Regno Unito.

L'istituto guidato da Hester aveva dichiarato apertamente di voler vendere queste filiali sotto la spinta delle forti pressioni esercitate dall'Antitrust europeo. Rbs ha inoltre ceduto ad Hsbc la sua divisione commerciale e retail indiana per 95 milioni di dollari. Il closing dell'operazione è atteso nei primi sei mesi del prossimo anno. Tra gli altri asset in dismissione ci sono la Nat West in Scozia, la Global Merchant Services e la quota in Sempra Commodities.

Tornando ai dati di bilancio il Core tier 1 del gruppo si è attestato al 10,5% dal 10,6% di fine marzo. "I recenti stress test al livello europeo hanno confermato che Rbs rimane ben capitalizzata, con un forte Core tier 1 anche in condizioni avverse e sfavorevoli", si legge nella nota del gruppo britannico. Il margine d'interesse netto ha raggiunto quota 2,03%, 11 punti base in più dallo scorso 30 marzo. Alla Borsa di Londra il titolo Rbs ha reagito bene alla pubblicazione della trimestrale e guadagna adesso il 2,6% a 53,35 pence.

COMMENTA LA NOTIZIA