Roubini: Grecia e altri paesi periferici potrebbero dire addio all'euro

Inviato da Redazione il Mer, 12/05/2010 - 16:27
La crisi del debito partita dalla Grecia continua a far discutere. Nouriel Roubini, economista della New York University che ha predetto lo scoppio della bolla immobiliare negli Usa, ritiene che la possibilità di un abbandono dell'euro da parte della Grecia e di altri Paesi periferici dell'Unione sia concreta. "Nei prossimi anni alcuni Paesi potrebbero essere costretti a dire addio all'euro al fine di recuperare competitività e rafforzare le proprie economie", ha dichiarato Roubini in un'intervista a Bloomberg Tv. Secondo Roubini la missione di ridurre il deficit greco dal 13% al 3% è una "missione impossibile" nonostante le misure di austerity da 30 mld di euro annunciate a inizio mese da Atene. In generale Roubini ritiene che la crisi del debito potrebbe comportare per l'Europa una ricaduta recessiva.
COMMENTA LA NOTIZIA