1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Rosse tutte le piazze europee, lo spread torna a salire

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Parte in salita la settimana a Piazza Affari, nel primo giorno “effettivo” del nuovo premier Mario Monti. Milano indossa la maglia nera d’Europa mostrando una flessione dell’1,72% a quota 14.970 punti. Lo spread torna a farsi sentire: il differenziale di rendimento tra i titoli di stato decennali italiano con quelli tedeschi si riporta sui 480 punti base.
Non va meglio al resto di Europa. A Francoforte i Dax cede l’1,56% a 5.709 punti, il francese Cac mostra una flessione dell’1,45% a 2.953 punti  mentre a Londra il Ftse 100 arretra dell’1,28% a quota 5.294. Negativo anche lo spagnolo Ibex, giù dell’1,20% a 8.207 punti, dopo la larga vittoria ottenuta dal partito dei Popolari nelle elezioni tenutesi nello scorso weekend. In Francia sale il timore per una possibile mossa di Moody’s. L’agenzia statunitense ha dichiarato che l’aumento dei tassi dei titoli di stato francesi e un possibile deterioramento delle prospettive di crescita potrebbe portare ad un taglio della tripla A transalpina.
 
Profondo rosso Piazza Affari per Finmeccanica dove cede il 4,11% a quota 3,082. Giuseppe Orsi, amministratore delegato di Finmeccanica, “prende atto della opportuna autosospensione del dott. Lorenzo Borgogni dall’incarico di direttore centrale delle Relazioni Esterne, il cui rapporto di lavoro e dipendenza sono di diretta responsabilità del Presidente”. E’ quanto si legge in una nota del colosso pubblico. Il comunicato rende inoltre noto che il presidente della SELEX Sistemi Integrati ha disposto la convocazione urgente di un Cda straordinario della Società per oggi, “al fine di adottare le necessarie determinazioni nell’interesse della società e dei suoi dipendenti, clienti e fornitori”.
 
Maglia rosa del listino meneghino alla Popolare di Milano che avanza dell’1,86% a quota 0,285. Venerdì si è chiuso l’aumento di capitale da 800 milioni di euro con l’81,7% di adesioni e per un controvalore complessivo pari a 653 milioni di euro.
 
Oggi giorno di stacco di cedole per alcuni titoli di società quotate sul Ftse Mib. Nel dettaglio si tratta di A2A (0,036 euro), Atlantia (0,355 euro), Enel (0,1 euro), Mediobanca (0,17 euro), Mediolanum (0,07 euro), Recordati (0,2 euro), Tenaris (0,13 euro) e Terna (0,08 euro). I dividendi andranno in pagamento dal 24 novembre.