1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Ritirata della sterlina, Inflation Report smorza attese rialzo tassi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Brusca discesa della sterlina dopo la diffusione dell’Inflation Report che ha smorzato le attese di un prossimo rialzo dei tassi in Gran Bretagna. La divisa d’oltremanica è scivolata velocemente ai minimi a un mese circa rispetto al dollaro Usa in area 1,676 dollari dopo la diffusione dell’Inflation Report rispetto a quota 1,6820 dollari a cui viaggiava prima.

A spingere al ribasso la sterlina è la mancata revisione al rialzo delle stime economiche da parte della Bank of England (Boe) che fa pensare a un rialzo del costo del denaro rimandato all’inizio del prossimo anno. In Gran Bretagna i tassi sono fermi al minimo storico dello 0,5% dal marzo del 2009. Nell’Inflation Report pubblicato oggi l’istituto centrale britannico indica un ritmo di crescita del Pil del 3,4% quest’anno, in linea con quanto indicato tre mesi fa. L’inflazione è invece vista vicina al target del 2% nei prossimi due o tre anni se i tassi di interesse nel Regno Unito saliranno in linea con le aspettative dei mercati. Migliorano invece le stime relative al mercato del lavoro con la disoccupazione attesa in deciso calo, più di quanto preventivato a febbraio. La Boe vede il tasso di disoccupazione scendere al 5,9% nel secondo trimestre 2017 rispetto al 6,3% per i primi mesi del 2017 indicato precedentemente.

In tal senso oggi erano arrivati nuovi confortanti dati dal mercato del lavoro d’oltremanica con la disoccupazione scesa ai minimi a 5 anni. Secondo la rilevazione Ilo, nei tre mesi chiusi a marzo il tasso di disoccupazione in Gran Bretagna risulta pari al 6,8% dal 6,9% del periodo precedente. Dato in linea con le attese.