1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

I risultati di Nokia convincono il mercato, titolo in rialzo

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nokia ha chiuso il quarto trimestre del 2006 con un fatturato di 11,7 miliardi, in crescita del 13%, e con un utile netto di  per azione di 32 centesimi di euro, che al netto di voci straordinarie scende tuttavia a 30 centesimi. Il giro d’affari complessivo del 2006 è pari a 41,1 miliardi (+20%), mentre gli utili complessivi sono ammontati a 1,273 miliardi. L’utile ha registrato un incremento del 28% nel trimestre e del 27% nel 2006. Per Nokia gli analisti si aspettavano utili trimestrali di 28 centesimi di euro ad azione e un valore delle vendite di 11,6 miliardi. Nello stesso periodo dello scorso anno l’eps era stato pari a 25 centesimi, mentre il giro d’affari era ammontato a10,33 miliardi.


Il mercato ha immediatamente reagito ai numeri presentati dal gruppo finlandese spingendo il titolo Nokia verso l’alto, fino agli attuali massimi a 16,56 euro, con un rialzo del 6,9%, sulla piazza di Helsinki. Sull’azione ha impattato positivamente anche l’annuncio della proposta di distribuzione di un dividendo 2006 di 0,43 euro per azione contro i 37 centesimi dell’esercizio 2005.


Il margine operativo (una misura di redditività molto seguita dal mercato) si è attestato al 13% nel trimestre e al 13,3% nell’esercizio, sostanzialmente in linea con le attese, ma al di sotto dell’obiettivo di lungo termine fissato dalla società al 15%. Nokia ha registrato 106 milioni di cellulari venduti (+26% anno su anno). Gli analisti si aspettavano vendite di cellulari per 103 milioni di unità. Il gruppo finlandese ha comunque rilevato una quota di mercato invariata al 36% rispetto al trimestre precedente e in crescita dal 34% di 12 mesi prima. Il ceo di Nokia, Olli-Pekka Kallasvuo, commentando i conti ha parlato di “risultati record” e di un consolidamento della posizione di leadership del gruppo avvenuta “senza sacrificare i margini o la produzione di cash flow”.


Per il primo trimestre del 2007 la società si attende che l’industria dei cellulari segua il normale trend stagionale successivo alla tipica forza degli ultimi tre mesi dell’anno. Nokia prevede quindi una quota di mercato invariata e un calo stagionale delle vendite. Per l’intero 2007 il gruppo finlandese prevede una crescita dei volumi venduti dall’intera industria del 10% e una sua crescita in termini di quota di mercato.


I prezzi medi di vendita dei cellulari Nokia sono scesi nel corso del quarto trimestre da 93 a 89 dollari (99 dollari nel quarto trimestre 2005). La società ha infatti reso noto di aver assistito a un incremento delle vendite dei prodotti di fascia bassa nei paesi emergenti e a un contestuale ridimensionamento delle vendite di dispositivi di fascia alta. La settimana scorsa la rivale Motorola aveva annunciato un declino degli utili trimestrali del 48% a causa di una riduzione dei margini sui telefoni cellulari venduti, tanto da annunciare una riorganizzazione che prevede il taglio di 3500 posti di lavoro. Nel corso dell’anno passato i due gruppi che dominano l’industria della telefonia cellulare hanno intrapreso una campagna di riduzione dei prezzi al fine di guadagnare quote di mercato. I prezzi medi dei cellulari venduti da Motorola sono scesi negli ultimi due trimestri da 131 a 119 dollari.     (aggiornato alle ore 12.30)