Ristorazione autostradale: Antitrust avvia istruttoria su Chef Express e My Chef

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’Antitrust ha aperto un’istruttoria nei confronti di Chef Express, società controllata al 100% dal Gruppo Cremonini, e My Chef Ristorazione Commerciale del gruppo Elior “per verificare se abbiano posto in essere comportamenti restrittivi della concorrenza in occasione della partecipazione alle recenti gare per l’assegnazione dei punti di ristoro sull’intera rete autostradale”. Lo si apprende in una nota diffusa dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato. L’indagine, recita un comunicato, scaturisce dalla segnalazione inviata all’Antitrust dall’advisor della Concessionaria Autostrade per l’Italia, incaricato di gestire le procedure concorsuali per l’affidamento dei punti di ristoro della rete autostradale le cui concessioni scadevano nel 2013. Secondo l’advisor, osserva l’Autorithy, le due società potrebbero avere coordinato il loro comportamento con l’obiettivo di ripartirsi 16 (8 ciascuna) dei 43 punti di ristoro soggetti a gara. “Le anomalie riscontrate nelle offerte presentate parrebbero infatti incompatibili con un comportamento autonomamente assunto”. L’istruttoria dovrà concludersi entro l’8 maggio 2015.