1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Rischio fallimenti in ascesa nel 2008

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le bancarotte cresceranno del 13% negli Stati Uniti e del 5% nell’Eurozona nel corso 2008. E’ il quadro delineato da una serie di analisi diffuse oggi dalla società di ricerca Global Insight. Agricoltura, minerario, elettronica, costruzioni e finanziari i settori che saranno più colpiti negli Usa. Metalli, chimica, agricoltura e costruzioni quelli che più avranno problemi in Europa.


 

Negli Stati Uniti a rischio sarebbero comunque di più i settori attivi nella produzione di beni piuttosto che quelli dei servizi, ad esclusione dei finanziari. Alcuni manifatturieri beneficeranno del dollaro debole sulle esportazioni, mentre costruzioni e real estate mostreranno alto rischio di deterioramento a causa del declino nella costruzione di abitazioni e le restrizioni delle condizioni del credito, spiegano gli analisti. Sempre negli Usa per finanziari e utilities, industrie che hanno già un alto livello di indebitamento, ci si aspetta un altro deterioramento. Il profilo di rischio dovrebbe però farsi sentire anche su settori influenzati dalla spesa individuale. Le più basse spese in investimenti dovrebbero invece mettere sotto pressione anche il rischio per i costruttori di macchinari per l’industria e per l’ufficio. Il rallentamento della domanda e gli alti prezzi del petrolio impatteranno infine su settori che forniscono input come agricoltura e chimica.


 


In Europa a risentire di un deterioramento nel profilo di rischio saranno le società con un alto livello di indebitamento, mentre per le società di costruzioni si profila un punto di svolta dopo due anni di forte crescita.