Risanamento, più di un terzo del capitale in pegno alle banche

Inviato da Redazione il Ven, 17/04/2009 - 08:39
Più di un terzo del capitale di Risanamento in pegno alle banche a fronte dei prestiti concessi al gruppo. Lo riporta oggi La Stampa. La novità dei pegni emerge dai documenti depositati in vista dell'assemblea di fine mese per approvare il bilancio 2008. Risanamento, che in Borsa vale solo 63,7 mln, ha chiuso il 2008 in perdita per 200 mln. Libera da pegni risulta solo una quota di poco superiore al 10% depositata presso Bpm del 73% che risulta in mano alle holding di Zunino.
COMMENTA LA NOTIZIA