Rio Tinto: svalutazioni per 14 mld dollari, l'amministratore delegato Albanese lascia

Inviato da Valeria Panigada il Gio, 17/01/2013 - 09:37
Quotazione: RIO TINTO
Rio Tinto, il secondo gruppo minerario al mondo, ha annunciato oggi le dimissioni dell'amministratore delegato Tom Albanese, dopo aver registrato svalutazioni per 14 miliardi di dollari nel bilancio 2012. Queste poste straordinarie includono una svalutazione di circa 3 miliardi di dollari sugli asset di Rio Tinto Coal Mozambique e di 10-11 miliardi di dollari degli asset sull'alluminio. A questi si aggiungeranno svalutazioni minori, nell'ordine di 500 milioni di dollari. I risultati del gruppo verranno diffusi il prossimo 14 febbraio e lì si vedrà l'effettivo impatto sugli utili. Nel frattempo il Consiglio di amministrazione ha accettato le dimissioni di Albanese, con effetto immediato, dopo 30 anni di servizio. Lascerà il gruppo anche Doug Ritchie, che ha condotto l'operazione di acquisizione degli asset in Mozambico. Come nuoco ceo è stato nominato Sam Walsh, che ricopriva la carica di direttore del business sul ferro.
COMMENTA LA NOTIZIA
shark2007 scrive...
shark2007 scrive...
legione69 scrive...
asqueldaz scrive...